2006,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Taittinger

2006 Champagne Blanc de Blancs Comtes de Champagne, Taittinger

Concessione domestica del 25 aprile, Comtes de Champagne 2006 ha confermato le mie precedenti bevute (una manciata in generale, due volte questo millesimo): un inno a una classicità assoluta, virtuosamente in bilico tra struttura imponente e ricercata eleganza. Mi è uscita un po’ da cartella stampa, ma tant’è.

Blanc de Blancs di punta di Taittinger, prodotto non in tutte le annate, dopo 10 anni sui lieviti, è uno Champagne ricchissimo e burroso, senza apparenti spigoli, perfetto per chi ricerca le note da pasticceria e ama mangiarci un grande piatto elaborato, perfino una bistecca. Sul mio personale cartellino è una bevuta riflessiva, a tratti ermetica, che paga dazio a livello di dinamismo e specificità del millessimo, ma soprattutto finisce per stancarmi dopo un paio di bicchieri. Sarei però uno stolto a non accorgermi della fattura.

La maison sta cercando di recuperare un po’ del lustro di un tempo: storia del marchio e cantina non hanno quasi concorrenza in termini di storytelling, quindi visita d’obbligo se, una volta finiti (sul serio) gli arresti domiciliari, volete farvi un giro a bollelandia. Occhio, per non sbagliare la pronuncia pensate alle ghiandole mammarie.

Taittinger, 9 Place Saint-Nicaise, 51100 Reims, Telefono +33326854535

  • AIELLO [05/05/2020] - 9.1/10
    9.1/10
9.1/10
Sending
User Review
8.35/10 (2 votes)

Rispondi