EMILIA ROMAGNA,  IGT,  Lambrusco,  METODO MARTINOTTI,  Tenuta La Piccola

Lambrusco Picol Ross, Tenuta La Piccola

Voglia di spuma, di friccico, di un rosso che vira al viola. La risposta è un Lambrusco e la bottiglia che apro mi dice bene. Il Picol Ross è un’uva recuperata, una tipologia di Lambrusco reggiano quasi dimenticata, una scommessa vinta tra amici. Tra questi Giuseppe Fontana di Tenuta La Piccola che si è preso cura di questa vigna senza mai utilizzare concimi, lieviti selezionati o sostanze chimiche. Parliamo di un vigneto ad alberata del 1907, tipico della Val d’Enza, e questa azienda nasce proprio sulla sponda reggiana del fiume omonimo. Niente a che vedere con certi Lambrusco-bevanda. Questo è un vino guascone, anche un po’ impertinente perché solletica assai. Innanzitutto non vien fuori subito la fragola. Semmai sarà il lampone a fare capolino, ma solo dopo la prugna, la mora e il mirtillo. Il naso ti mette sulla strada della bocca, perché fa sentire la materia, la densità di ciò che andrai a bere. C’è spazio ancora per sentori di anice stellato e un po’ di mentolato. In bocca il tannino c’è ma non ha nulla di ruvido, anzi crea l’impalcatura su cui mettere ancora tanto mirtillo, l’oliva nera, la viola. La bollicina è piccola, ha la giusta persistenza e non è grassa. Un vino con la gioia dentro ma senza essere scoppiettante. Diciamo cordiale.

Tenuta La Piccola
via Casoni 3, Montecchio (RE)
0522 864712
info@tenutalapiccola.it
  • CIANCIO [03/05/2020] - 8.8/10
    8.8/10
8.8/10
Sending
User Review
7.8/10 (3 votes)

Rispondi