AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Roger Brun

s.a. Champagne Grand Cru Réserve, Roger Brun

Non tutti gli champagne sono mostri di complessità foriera di ardite seghe mentali. Ci sono, e per fortuna che ci sono, anche champagne che si bevono senza starci a pensare troppo. A questa immaginaria categoria appartiene il Réserve di Roger Brun, che è contemporaneamente sia un famigerato base che un Grand Cru del Comune di Ay, quello famoso per il pinot nero: in questa bottiglia è presente per un 85%, il resto è chardonnay. Tre anni sulle fecce e un dosaggio ben percepibile ma affatto fastidioso. Naso dolce di mandarino e frutti esotici del genere mango e papaja. A raddrizzare la schiena arrivano in soccorso una sensazione talcata e un richiamo finale di mentuccia pestata. Si beve con piacere e facilità, come capita con i base buoni, forse con minore precisione di quelli delle grandi Maison della zona. Rispetto a questi ultimi offre in baratto una morbidezza più immediatamente percepibile e una più intensa concentrazione di frutto. Se non fosse una parolaccia lo direi gastronomico. Però, che soddisfazione.

Champagne Roger Brun
10 Rue Saint-Vincent
51160 Ay – Francia
Tel +33 3 26 55 45 50
info@champagne-roger-brun.com

  • BARBATO [28/04/20] - 8.6/10
    8.6/10
8.6/10
Sending
User Review
7.63/10 (3 votes)

Rispondi