AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Krug,  MÉTHODE CHAMPENOISE

168ème Édition Champagne Grande Cuvèe, Krug

Da poco sul mercato la sempre tanto attesa reiterazione della Grande Cuvèe di Krug che suscita interesse immediato perchè come vino base ha la mitica annata 2012, garanzia di freschezza e tono serrato. Note fresche floreali tra gelsomino e tiglio, zagara, pompelmo rosa, fragole appena mature, timo e pitosforo, refoli erbacei tra sedano, finocchio e talco, erbe aromatiche, canfora poi frutto giallo susina matura, pesca, alchechengi e zenzero, mele golden, tocco di zafferano e miele di acacia, note gessose e biscottate appena accennate ma tratteggiate benissimo, sorso acido fresco e tagliente che occupa con la sua durezza tutti i primi istanti dell’assaggio lasciando spazio a ben poco altro all’inizio. Va lasciato nel bicchiere e lasciato aprire con calma perché deve scegliere i suoi tempi e portarti sulla sua strada. Si apre tra caramello, nocciole, marmite, tagliente ma con sprazzi evidenti di grandeur. Sarà pronta molto più tardi rispetto ad altre ma l’equilibrio sulla taglienza di questa acidità sarà straordinario.

Assemblaggio complessivo: 52% pinot noir, 35% chardonnay e 13% meunier da 198 vini selezionati da 11 annate diverse dal 2012 alla 1996. Di questi vini i 58% della 2012 e il restante 42% da vins de réserve, dégorgement primavera 2019, dosaggio stimato 5gr/lt – KrugID219012

Maison Krug
5, rue Coquebert – 51100 Reims, France
  • GORI [08/04/20] - 9.6/10
    9.6/10
9.6/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi