2010,  DOC,  Nadir Cuneaz,  ROSSI,  VALLE D'AOSTA,  Valle d'Aosta

2010 Valle d’Aosta Pinot Nero Grandgosier, Nadir Cuneaz

Le insegne luminose attirano gli allocchi” cantavano in “Tu Menti” i CCCP nel 1987. E sebbene all’epoca fossi piccolino, questa frase è stato una sorta di mantra: cercare (provare a cercare, almeno) sempre al di là delle luminarie sfolgoranti la verità, o meglio, l’essenza delle cose. E quando si parla di Valle d’Aosta è facile farsi prendere dalla vette imbiancate, dalle rinomate località sciistiche e amenità del genere. Ma esiste, per fortuna, la dark side of the moon: non dark, ma sicuramente meno appariscente. E il vino, nella piccola regione tra le montagne, rappresenta una delle gemme preziose da cogliere e attraverso cui si posso iniziare a percepire le viste più vere ed essenziali. Questo vino da tavola non è altro che un pinot noir, legato all’annata 2010, dimenticato in cantina. L’artefice di questo piccolo gioiello è Nadir Cuneaz: al di là del nome mediorientale, questo giovane vigneron è autoctono e ha la sua piccola cantina a Gressan, poco dopo Aosta in direzione nord-ovest. Sorprende per l’integrità in ogni sua parte, dopo 10 anni: apre cupo, con sentori che ti portano a una passeggiata nel bosco in una giornata uggiosa, subito dopo una lieve pioggia e in cui si percepiscono distintamente note di fungo, terra bagnata, sottobosco. Ma l’assaggio ribalta completamente visione, trasportandoti verso una dimensione molto più solare ed eterea: trama tannica elegante e cesellata, grande profondità e nota sapida quasi salata, chiudendo con un allungo finale davvero convincente. Un pinot noir di razza che parla in patois, facendoti entrare nella dimensione della Valle d’Aosta più verace e affascinante.

Nadir Cunéaz
Fraz La Magdelaine 08
11020 Gressan (Ao)
cell: +39 3391891494
http://www.lacantinadicuneaz.it/
  • Fabrizio - 9/10
    9/10
9.1/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi