2014,  Albatreti,  Brunello di Montalcino,  DOCG,  TOSCANA

2014 Brunello di Montalcino, Albatreti

Gaetano Salvioni è prima di tutto un imprenditore, il vino lo fa per passione e solo recentemente ha iniziato a vinificare le uve che fino a qualche anno fa vendeva. Precisamente è la 2009 la vendemmia che ha dato vita ai suoi primi Rosso e Brunello di Montalcino. Albatreti è il nome del podere dove trovano casa le sue vigne, 1,8 ettari iscritti a Brunello ed uno solo a Rosso di Montalcino. Siamo a sud ovest, ad altitudine media che va dai 400 ai 500 metri sul livello del mare su terreni ricchi di galestro. Le vigne sono impervie, ma come madre natura insegna, la vite dà il meglio di sé in condizioni estreme. Gaetano oggi ha 70 anni, una rassicurante e folta barba bianca e due grandi occhi azzurri. “Ho studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, sono stato anche scenografo, ma ho una passione innata per la vita di campagna e per il buon vino. L’etichetta delle mie bottiglie è un mio dipinto che raffigura Montalcino”. Il vino di un artista appassionato, che forse proprio per questo riesce a trasmettere tante emozioni.

Il suo è un Brunello che rappresenta la categoria in modo molto schietto. Ad assaggiarlo in mezzo a molte altre tipologie di vino la sua identità è inequivocabile. Equilibrio perfetto tra profumi e sorso. Frutti nitidi e ben presenti con note di ribes, mora e mirtillo, poi ancora agrumi e fragola,  viole e rose, quel tocco di liquirizia che serve su note speziate. Elegante, sinuoso, sapido e dai tannini fitti. Un 2014 di grande beva e agilità già oggi, ma che messo in cantina darà grandi soddisfazioni nel tempo a dispetto di un’annata tanto complicata. Una piccolissima produzione che in questo caso supera di poco le 3600 bottiglie in totale. 

ALBATRETI
Podere Albatreti
53024 Montalcino (SI)
info@albatreti.it
  • DI CARLO [20/02/2019] - 9.8/10
    9.8/10
9.8/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi