2013,  EMILIA-ROMAGNA,  IGT,  Ravenna,  ROSSI,  Vigne dei Boschi

2013 Poggio Tura, Vigne dei Boschi

Non tutti sanno che Ravenna è una delle cinque città più belle del mondo. Da quelle parti vive e vinifica Paolo Babini, gemello separato alla nascita di David Gilmour. Paolo, la cui abilità con la chitarra mi è del tutto ignota, è uno degli alfieri (veramente ho scritto alfieri?!) della rinascita della viticoltura romagnola. Oggi ho scelto un suo sangiovese per accompagnare il pranzo. Parte con il frutto, come si conviene: una succosa prugna viola e un paio di duroni di Vignola che però, ohibò, sta in Emilia. Chiudo gli occhi. Faccio qualche passo su un prato di timo serpillo. Avanzo stringendo in mano un grande mazzo di garofani rosa. Alla mia destra ho un robusto ginepro, sulla sinistra invece c’è un cespuglio di alloro. Inspiro. Serro i denti e la caramella al lampone che stavo suggendo si scheggia in mille pezzi più uno. Riapro gli occhi. La realtà tangibile se ne frega di garofani e ginepri e mi si presenta in forma di gnocchi al ragù nel piatto che mi fuma davanti. Non mi resta che bere. Il sorso è equilibrato, sicuro di sé. Una acidità vivace ma composta conduce la beva, accompagnata da una corroborante sensazione di calore alcolico. Peccato per quella leggera frenata sul finale, che tuttavia non cambia di molto il livello, cospicuo, del godimento.

poggio tura
Vigne dei Boschi
Via Baldassara, 14
48027 Solarolo (RA) – Italia
Tel. +39 338 9949367 +39 347 1404604
vignedeiboschi@alice.it

  • BARBATO [19/04/20] - 9/10
    9/10
9/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi