Marco Canato,  METODO ANCESTRALE,  METODO CLASSICO,  PIEMONTE,  VS

s. a. Spumante Muntavà, Marco Canato

In questo periodo di quarantena forzata è inevitabile che lo stare a lungo da soli provoca qualche momento di lieve sconforto, penso sia naturale. E quindi, un sabato sera, avevo voglia di una zona di confort, qualcosa che mi allietasse un minimo: scesi in cantina, scorsi con sguardi e mani le varie etichette e prelevai questa bottiglia poiché riportava alla mente una bellissima giornata che trascorsi la scorsa estate a Vignale Monferrato. Visitai 3 cantine, Buzio, Accornero e Canato, assaggiando vini interessanti e incontrando persone che mi piacquero molto, illuminando la parte bella del “mondo del vino“, quella parte di cui sono sempre alla ricerca. Avevo conservato questa bottiglia, cercando “il momento giusto“: ed era quindi giunto. Ho quindi stappato questo metodo ancestrale, base grignolino, vitigno che amo particolarmente. Bello fin dal colore, rosato intenso, al naso era un florilegio di profumi floreali e fruttati, caleidoscopici mi viene da dire. E in bocca, mio Dio: teso, bella acidità e sapidità, bolla che avvolgeva e con una persistenza notevolissima. Se la piacevolezza del vino è inversamente proporzionale alla durata della bottiglia, direi che questo assaggio rivela un vino davvero bello. Bottiglia finita in un amen.

Marco Canato
Cà Baldea 19/3
15049 Vignale Monferrato (AL)
https://www.canatovini.it/
  • Fabrizio - 8.7/10
    8.7/10
8.7/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi