2006,  Balbiano,  DOC,  Freisa di Chieri,  PIEMONTE,  ROSSI

2006, Freisa di Chieri Superiore Il Barbarossa, Balbiano

La storia racconta che nel 1155 Federico il Barbarossa scese in Italia e distrusse la città di Chieri, poco distante da Torino. All’epoca il Piemonte era terra di confine e di conquista, la futura corte sabauda era poco più di un paesello, avendo perso l’importanza strategica, politica e culturale che aveva avuto in epoca romana. Federico era un uomo di grande capacità politica e diplomatica: riuscì a creare un impero, grazie al suo decisionismo e alle sue capacità militari. Me lo sono sempre immaginato come uomo rude, un po’ selvatico, tutto d’un pezzo, risoluto e dotato di grande intelligenza. E dovessi fare un parallelo questo vino è un classico esempio di “nomen in omen“: parte con un frutto surmaturo netto e immediatamente vira verso note cupe e scure che portano a ricordi terrosi e lievemente sanguigni; in bocca regala tensione e vibrante acidità e una durezza data dalla trama tannica ancora riottosa e belligerante, spiazzante e sorprendente per un freisa di 14 anni, figlio di un’annata per nulla facile. Un vino ancora assolutamente vivo e scalpitante che avrebbe ancora molto da dire (alla faccia di chi pensa che il freisa non sia un vitigno da invecchiamento).

Azienda Vitivinicola Balbiano
Corso Vittorio Emanuele 1
10020 Andezeno (TO)
Tel e Fax +39 0119434044
https://www.balbiano.com/
  • Fabrizio - 8.8/10
    8.8/10
8.8/10
0/10
Comments Rating 0/10 (0 reviews)

Rispondi