2015,  Antonio Perrino,  BIANCHI,  LIGURIA,  MACERATI,  VINO

2015 Bianco, Antonio Perrino

Antonio Perrino detto Nino detto Testalonga (è l’antico soprannome della sua famiglia, nulla a che vedere con il Sud Africa), che da qualche anno è coadiuvato in azienda dalla nipote Erica, è produttore che gode di una certa nonché giustissima fama per il suo rossese. Produce però anche un bianco macerato da uve vermentino, non facilissimo da reperire se non direttamente in cantina, in qualche enoteca curiosa e in alcuni ristoranti. Se ne era accorto anche Mauro Colagreco del Mirazur di Mentone, che lo ha in carta da diversi anni. Il vermentino, ligure o toscano o francese o, è un vitigno che a me di solito dice poco, mancando quasi sempre di verve (non tutti, per carità, non tutti). La versione di Nino fa parte dei “non tutti” e fu per me folgorante fin dal primo sorso: era una 2011. Ricordo che l’annata 2015, della quale qui tratto, a poche settimane dall’imbottigliamento si presentò particolarmente rotonda e pronta rispetto al solito, il che nella mia esperienza porta a vini che il tempo più che viverlo lo sopportano. Lo stappo odierno conferma una maturità prossima ventura ma per fortuna ancora di là da venire. Porto il calice al naso e ci sento una punta di ossidazione, immancabili fiori secchi e fieno, poi una noce fresca che gioca a tamburello con una arancia amara e una albic… No, preferisco di no. Questo non è un vino che si descrive. Ha una beva che può risultare semplice. Per me è un vino che ti dà la mano, di quelli con i quali entri subito in confidenza. Vino da tutti i giorni e da amici cari in visita a casa, bianco e rosso insieme, da bere.

IMG_20200331_110454_resized_20200331_110509958

Azienda Agricola Testalonga di Antonio Perrino
Via Monsignor Giuseppe Laura, 2
18035 – Dolceacqua (IM), Italia
Tel +0184 206267

  • BARBATO [31/03/20] - 8.6/10
    8.6/10
8.6/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi