2011,  DOC,  ROSSI,  Rosso di Montalcino,  TOSCANA,  Ventolaio

2011 Rosso di Montalcino, Ventolaio

Nella sua decade, l’annata 2011 a Montalcino vinse di un’incollatura sulla 2014 il grand prix della freddezza collettiva, schiacciata come fu tra i fasti della 2010 e le promesse della 2012. Un post-orgasmic chill. Per di più fornì all’arco di critici annoiati e punteggisti la freccia delle vampate che la surriscaldarono in più passaggi, causando non poche difficoltà ai produttori. Ciò detto: che noia, il giudizio a priori su annate piccole e grandi, facili e difficili. Il bilancino e il misurino. Tant’è che a me la 2011 finì per essere simpatica. Lei ripagò la mia simpatia con alcuni assaggi strabilianti – tra gli altri la Riserva delle Potazzine, quella di Podere Salicutti e poi il Brunello d’annata quelli di Canalicchio di Sopra, Costanti, Le Chiuse, Ugolaia, Madonna delle Grazie, SanLorenzo, l’Helichrysum, la Vigna Soccorso di Tiezzi – memore dei quali la riprovo sempre con piacere. Il Rosso del Ventolaio offre un quadro fedele delle peripezie da tutti intraprese per sgarbugliare gli arruffamenti di un’annata strana con le sue bizze climatiche; e, in questo caso, stoicamente assecondate. Naso di confetture rosse, alloro, fiori passi, cipria e cacao. Denso al palato di un frutto dolce e maturo, molto caldo (15°), piano nello sviluppo, si appoggia alla spalla sapida e a tannini fondenti, ben infusi, per amministrare i sacramenti alla precoce maturità e portare a casa un meritato pareggio. Un Rosso grande e grosso. Drink now.




Azienda Agricola Ventolaio
Località Ventolaio
53024 Montalcino (SI)
Tel.: +39 0577 835779
info@ventolaio.it

  • Giannone [31/03/2020] - 8.1/10
    8.1/10
8.1/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi