2016,  Bellenda,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  METODO CLASSICO,  VENETO

2016 Valdobbiadene Prosecco Superiore “Lei”, Bellenda

Del vignaiolo Umberto Cosmo amo il suo sparigliare le carte. Ho perso la testa, e non l’avrei mai detto, per un Metodo Classico Dry con 28 grammi di residuo zuccherino, da uve glera. Il vino in questione è il Lei – Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Rive di Carpesica Dry 2016 Metodo Classico. La sboccatura avviene dopo diciotto mesi di sosta sui lieviti ed è seguita da un affinamento in cantina per almeno altri sei mesi. Immagino che il nome Lei voglia fare sintesi tra la tipologia Dry del vino e la dolcezza del mondo muliebre, anche se eviterei di scadere nella retorica del vino “femminile”. La sua particolarità, tra l’altro, è quella di permettere abbinamenti inusuali, una sorta di trait d’union tra i sapori dolce/acido/salato. Umberto, nel retro etichetta, lo propone con i piatti della tradizione veneta come il fegato alla veneziana, ma ci vedrei bene anche un abbinamento inaspettato, particolare e di notevole godimento, con il bollito o le crudità di pesce.

Bellenda Srl
Via Gaetano Giardino, 90
31029 Carpesica (TV)
Tel. +39 0438 920025
info@bellenda.it
http://www.bellenda.it
  • TAGLIENTE [28/03/20] - 8.9/10
    8.9/10
8.9/10
Sending
User Review
8.7/10 (2 votes)

Rispondi