2017,  DOC,  Francesco Rinaldi,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  ROSSI

2017 Nebbiolo d’Alba, Francesco Rinaldi

Più passano gli anni e più mi convinco che i vini molto profumati, ariosi, floreali al naso, poi in bocca manchino di allungo e profondità; è come se l’energia spesa per sostenere tutto questo svolazzo, svuotasse il liquido delle risorse necessarie per sostenere palato e deglutizione. È solo in parte il caso di questo splendido nebbiolo, la cui performance olfattiva stordisce: è come entrare da un fioraio il giorno dei morti quando l’afrore dei petali bagnati ti investe e sembra non levartisi mai di dosso. C’è anche un debole richiamo all’agrume e all’anguria, ma fuori scena. Al palato è setoso, fresco, dissetante; quindi certamente buonissimo. Ma in deglutizione manca della potenza necessaria (potenza = energia trasferita nell’unità di tempo) per dargli “spinta” e renderlo infiltrante e infine completamente appagante. Ma se avesse anche quella allora sarebbe un Barolo. Insomma, avercene. 90/100. 

Azienda che rappresento da una decina d’anni sui mercati Europei.

Ufficio e magazzino:
Via U. Sacco, 4 – 12051 Alba (Cn)
Per degustazioni e visite in cantina su appuntamento:
Via Crosia, 28 – 12060 Barolo (Cn)
tel. +39 0173 440484
fax. +39 0173 449378
email. info@rinaldifrancesco.it
  • ZANZUCCHI [26/03/20] - 9/10
    9/10
9/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi